• Ottobre

    24

    2016
  • 1104
Pulizia con ghiaccio secco, come ottenere il massimo risparmiando tempo e soldi

Pulizia con ghiaccio secco, come ottenere il massimo risparmiando tempo e soldi

La pulizia con ghiaccio secco, detta anche pulizia criogenica o sabbiatura criogenica, è il metodo di pulizia in assoluto più efficace che la tecnologia moderna possa offrire. Sostanzialmente sono 3 i motivi per cui la pulizia con ghiaccio secco è considerata in tal modo ed è definita la pulizia del ventunesimo secolo:

1. È un metodo di pulizia ASCIUTTO
La particolarità del ghiaccio secco è quella di sublimare, cioè divenire gas senza passare da uno stato liquido. Questa caratteristica lo rende adatto per la pulizia di superfici delicate, in ambienti che devono mantenere una temperatura fredda costante e per tutti quei materiali che sarebbe meglio tenere lontani dal contatto con acqua o altri liquidi.

2. È un metodo di pulizia NON ABRASIVO
La pulizia con ghiaccio secco non rovina le superfici su cui è agisce come al contrario possono fare pulizie effettuate con sabbia e graniglia o con spazzole.

3. È un metodo di pulizia ECOLOGICO
La pulizia criogenica non necessita l’impiego di agenti chimici e soprattutto non produce rifiuti di lavorazione da smaltire. Il ghiaccio secco, infatti, una volta a contatto con la superficie da pulire sublima subito nell’aria lasciando da smaltire soltanto i depositi di sporco staccati dalla superficie.

Sono ormai più di dieci anni che noi di Roby Tinteggiature lavoriamo nel settore della pulizia criogenica con i nostri specialisti qualificati e possiamo assicurare il riscontro assolutamente positivo dei nostri clienti. La pulizia con ghiaccio secco è in assoluto il metodo di pulizia orientata al futuro e dal potenziale più enorme. In questo articolo andremo a vedere nel dettaglio in cosa consiste la pulizia criogenica e quali sono i vantaggi ad affidarsi a lei.

Cos’è il ghiaccio secco

Partiamo innanzitutto dallo spiegare cos’è il ghiaccio secco e come mai è così efficiente per pulire superfici anche difficili.
Il ghiaccio secco è la forma solida di quella famosa sostanza di cui tutti almeno una volta hanno visto la formula chimica a scuola, CO2: l’anidride carbonica.

L’anidride carbonica si solidifica a una temperatura di -78 °C e la sua peculiarità, come abbiamo già detto, è che a pressione standard la molecola subisce una sublimazione e diviene immediatamente un gas inodore e non tossico senza passare da uno stato liquido.

Queste caratteristiche del ghiaccio secco lo rendono utilizzabile in diversi ambiti specializzati:

– Nell’industria alimentare, dove è necessario mantenere la temperatura molto bassa il più a lungo possibile. Pensiamo a tutta la catena dei trasporti dei prodotti surgelati che devono essere movimentati da un luogo all’altro senza interrompere la catena del freddo. Per lo stesso motivo è utilizzata per garantire la freschezza di carni e salumi o per il trasporto dei prodotti farmaceutici.

– È utilissima per raffreddare i chip e tutte le unità di calcolo e i componenti elettronici dei computer.

– Infine l’ambito a noi più vicino, quello della pulizia, ovunque sia richiesta una particolare lavorazione e dove è necessario non vengano rilasciati alcuni residui.

Curiosità: il ghiaccio secco è molto utilizzato anche nel mondo dello spettacolo. Sei mai stato a un concerto, a teatro o in una discoteca? Molto spesso quegli effetti di vapore che vengono lanciati sulla folla o i fumi scenografici sono proprio prodotti sfruttando la sublimazione dell’anidride carbonica.

Come funziona la pulizia con ghiaccio secco

Il ghiaccio secco viene caricato nella macchina in forma di mattonelle, tavolette, pastiglie o pellets (il più comunemente usato, sono cilindri con diametro che va da 2 a 19 mm).
Dal contenitore della macchina i pellets finiscono in un’unità di dosaggio per poi essere spinti all’interno di un tubo speciale fino alla pistola di erogazione, tramite il flusso d’aria compressa.

Il fascio di ghiaccio secco è attivato da un operatore contro la superficie da pulire, mediante una pistola di erogazione munita di ugello ad alta prestazione. Nel percorso dall’unità di dosaggio alla superficie da pulire, i pellets di ghiaccio secco subiscono un’accelerazione fino a 300 m/s.

A questo punto si verificano due fenomeni che portano alla completa eliminazione dello strato di sporco:

1. Effetto termico: lo strato di sporco che si trova sulla superficie del pezzo si frantuma al contatto con il ghiaccio secco a causa dell’immediato raffreddamento (-79 °C)

2. Effetto meccanico: un secondo getto di pellets rimuove completamente lo strato di sporco ormai ghiacciato.

Il ghiaccio sublima nell’aria e ciò che resta è solo lo sporco rimosso, con un grande risparmio anche sui costi di smaltimento della sostanza detergente rispetto a una pulizia classica.

Superficie incrostata, pronta per essere pulita tramite pulizia criogenicaPulizia ghiaccio secco: il primo crea l'effetto termicoPulizia ghiaccio secco: il secondo getto rompe la superficie di sporco ormai ghiacciataPulizia ghiaccio secco: il ghiaccio evapora e il residuo di sporco rimane a terra

I vantaggi della pulizia a ghiaccio secco

La pulizia criogenica ha diversi vantaggi che la rendono di gran lunga superiore ai metodi di pulizia tradizionali come il getto di acqua compressa, l’utilizzo di detergenti chimici (e il più delle volte tossici), il getto di microsfere di vetro o granulato di materiale sintetico.
Abbiamo già accennato ad alcuni di questi vantaggi nei paragrafi precedenti, andiamoli a vedere ora con più precisione:

1. BASSI COSTI DI SMALTIMENTO
Il ghiaccio è un elemento naturale, non utilizzando quindi alcun prodotto chimico, dopo il trattamento con questo tipo di pulizia non si hanno residui di detergenti da rimuovere o da smaltire, cosa che comporta anche costi importanti. Il ghiaccio secco, inoltre, sublima completamente in CO2, quindi non lascia residui come acqua sporca o sabbia. L’unico residuo di cui liberarsi è lo sporco staccatosi dalle superfici appena lavate.

2. RIDUZIONE DEI TEMPI DI INTERVENTO
Nella pulizia di macchinari e impianti si riescono a raggiungere anche le zone più inaccessibili, permettendo una pulizia totale senza smontare nessun pezzo e con evidenti vantaggi in termini di ripresa immediata dell’attività produttiva.

3. NON DANNEGGIA LE SUPERFICI
Il ghiaccio secco non è un materiale abrasivo e il processo di pulizia è estremamente delicato. Si evita in questo modo l’usura dei sistemi di pulizia con agenti chimici, detergenti, con spatole, e spazzole metalliche. Il ghiaccio anche sparato ad alte velocità contro la superficie da pulire, non la graffia né le rovina ma, al contrario, la mantiene perfettamente integra.

4. ECOLOGICA E SOSTENIBILE
Non essendoci detergenti, solventi o agenti chimici, questo tipo di pulizia non è assolutamente tossica, rispetta l’ambiente e la salute delle persone.

5. È UN PROCESSO A SECCO
Il ghiaccio secco è costituito da CO2 e pertanto evapora completamente al contatto con la superficie senza lasciare tracce d’acqua. Non ci sono quindi tempi di asciugatura delle superfici.

6. DISINFEZIONE DELLA SUPERFICIE TRATTATA
La temperatura elevatamente bassa del ghiaccio secco (-79°C) pulisce la superficie uccidendo contemporaneamente tutti i germi e i batteri.

Campi e settori di impiego della pulizia criogenica

Sono diversi i settori in cui è consigliabile la pulizia a ghiaccio secco, ne elenchiamo qui solo alcuni:

INDUSTRIA ALIMENTARE
Nel settore alimentare la pulizia criogenica rispetta tutti i regolamenti e le direttive FDA, USDA e EPA. Inoltre il getto di ghiaccio secco elimina tutti gli allergeni e la sua bassa temperatura non va a disturbare la conservazione degli alimenti.

– Pulizia di forni e piastre di forno
– Birrerie, panetterie, caseifici, macellerie, mattatoi
– Pulizia nastri trasportatori
– Pulizia teglie e superfici metalliche o plastiche
– Pulizia serbatoi, celle frigorifere e parco macchine
– Pulizia stampi di waferati
– Pulizia stampi di coni
– Pulizia mescolatori

SETTORE INDUSTRIALE
La pulizia criogenica è un ottimo metodo per molti ambiti di diversi settori industriali. La sua velocità di esecuzione abbassa enormemente i tempi morti di fermo macchine, che tornano immediatamente funzionanti subito dopo la pulizia. Per l’assenza di acqua e prodotti chimici, è ideale anche per pulire superfici delicate come componenti elettrici e chip.

– Pulizia di quadri, motori e componenti elettrici, trasformatori, chip 
– Pulizia di convogliatori, cuscinetti a sfera e robot di saldatura
– Pulizia di serbatoi, parco macchine, sistemi di tubi e tubature
– Rimozione di distaccanti
– Sgrassaggio parti meccaniche
– Pulizia di stampi per pneumatici e per materie plastiche
– Pulizia degli impianti di produzione e stoccaggio di resine e prodotti bituminosi
– Rimozione di colature di collanti, resine, bitumi
– Rimozione di ruggine e muschi

EDILIZIA
La sabbiatura con ghiaccio secco è l’ideale in molti settori dell’edilizia per esempio per la pulizia veloce di facciate. È inoltre un sistema di pulizia particolarmente adatto nel caso di edifici danneggiati da calamità naturali, come incendi o alluvioni, che possono essere ancora risanati.
In questi casi, ormai molte compagnie assicurative chiedono e impongono esplicitamente la pulizia criogenica per il suo impatto delicato sulle superfici danneggiate.

– Eliminazione di pitture murali
– Eliminazione di “croste” di sporcizia
– Rimozione di gomme da masticare
– Sverniciatura e recupero di superfici lignee
– Risanamento dopo incendio: rimozione della fuliggine, ripristino allo stato originale, preparazione dell’intonaco per la nuova passata di colore

Più che le parole, questo video può mostrarti la potenza della pulizia criogenica con ghiaccio secco, in questo caso utilizzata per pulire un tessuto industriale:

Per qualsiasi altra informazione sui nostri servizi di pulizia con ghiaccio secco vai a questo link.

LASCIA UN COMMENTO

Il tuo commento sarà pubblicato entro 24 ore

Cancella la risposta
Chiama ORA